Lombardia, il governatore Maroni lancia l’idea del reddito di cittadinanza

Nella mattinata di ieri il governatore della Regione Lombardia, Roberto Maroni ha a sorpresa lanciato la possibilità di pote istituire il famosissimo e tanto chiacchierato ormai da parecchi mesi reddito di cittadinanza in Lombardia.Vi starete chiedendo con quali soldi? Stando a quanto dichiarato da Maroni, verrebbero utilizzati parte dei fondi europei, ovvero oltre 220 milioni di euro del Fondo sociale europeo che dovrebbero essere destinati alla lotta contro la povertà, insieme a parte del bilancio della Regione.

Per quanto riguarda i requisiti, il governatore della Lombardia ha dato l’incarico di definirli agli assessori Massimo Garavaglia e Cristina Cantù.

Voglio fare misure che tengano conto dei territori, non una misura unica che vale per tutti.Voglio partire il più fretta possibile, assolutamente entro l’anno. I Fondi europei, in totale, ammontano a 1 mld e 940 mln di euro, 640 mln di euro in più della misura precedente.Sono risorse importanti che utilizzeremo, oltre che per il capitolo sociale, anche per il sostegno alle attività economiche, produttive, al lavoro», ha dichiarato Roberto Maroni. Queta proposta ovviamente non è stata accolta con grande entusiasmo dal leader del Carroccio il quale ha dichiarato: “Sarebbe un’elemosina di Stato, in linea di principio sono contrario a questo tipo di provvedimenti. Allo Stato elemosiniere, io preferisco lo Stato che abbassa le tasse e offre lavoro. Secondo me è un messaggio culturalmente sbagliato».Dura la risposta del governatore della Lombardia il quale ha risposto con queste parole a Salvini:«Se fosse elemosina di Stato avrebbe ragione ma non è così perché il fondo sociale europeo è un’altra cosa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.