Madonna in lacrime sul palco canta Like a Prayer, ‘La libertà non si cancella’

Madonna, regina del pop, durante il concerto di sabato scorso a Stoccolma, prima di intonare il brano ‘Like a Prayer‘ ha tenuto un lungo discorso nel ricordare le vittime della strage di Parigi. La star, visibilmente commossa fino poi a scoppiare in lacrime, ha prima invitato il pubblico ad osservare un minuto di silenzio in memoria delle vittime, e poi davanti a 40 mila fan in silenzio, ha affermato che ‘questo spettacolo è una celebrazione della vita, del difendere i propri diritti e del lottare per ciò in cui si crede’.

Ho pensato di cancellare lo show, ma poi mi sono detta perché farlo, perché permettere a queste persone di fermare me, di fermare tutti noi‘, ha spiegato Madonna Louise Veronica Ciccone in quanto ‘è esattamente quello che queste persone vogliono fare: vogliono metterci a tacere e noi non lo permetteremo‘.

Non cambieremo il mondo eleggendo un nuovo presidente o uccidendo altre centinaia di persone’, ha poi detto in conclusione la popstar con la voce rotta dal pianto, ‘Dobbiamo iniziare a trattare ogni essere umano con dignità e rispetto e questa è l’unica cosa che può cambiare il mondo. L’unica. Solo l’amore cambierà il mondo. Ma amare in maniera incondizionata non è facile e anche amare quello che non capiamo, quello che ci sembra così diverso, ma dobbiamo farlo’ ha concluso Madonna per poi riprendere lo show con Like a Prayer, successo planetario uscito nel 1989 ed inserito nel 2004 dalla rivista Rolling Stones nella classifica delle migliori 500 canzoni di tutti i tempi.

Nella canzone Gho sttown, tratta dal suo ultimo album, Madonna canta: «I knowyou’re scaredtonight/ I’ll never leave your side / When it all falls, when it all falls down / I’ll be your fire when the lights go out / When there’s no one, no one else around / We’ll be two souls in a ghosttown». Cioè: «So che hai paura stanotte / Non lascerò mai il tuo fianco / Quando tutto cadrà, quando tutto cadrà giù / Sarò il tuo fuoco quando le luci si spegneranno / Quando non ci sarà nessuno, nessun altro intorno / Noi saremo due anime in una città fantasma».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.