Mafia Capitale, Matteo Orfini finisce sotto scorta per ragioni di sicurezza

Matteo Orfini, ovvero il commissario del Pd a Roma nonchè il Presidente del partito è finito sotto scorta. E’stata la Prefettura della Capitale a disporre nei suoi confronti una misura di protezione e tutela che prevede dunque una scorta soltanto per ragioni di sicurezza.

Giusto qualche mese fa, Orfini venne nominato commissario del Pd, giusto nell’era di Mafia capitale e dunque per questo motivo la Prefettura ha deciso che per ragioni di sicurezza, Orfini dovesse essere seguito da alcuni agenti di scorta.

La decisione da quanto emerso sembrerebbe essere stata presa sulla base di una richiesta del ministero dell’Interno. “A nome mio e del Partito Democratico esprimo solidarietà a Matteo Orfini. Essere dovuti ricorrere alla tutela è la dimostrazione dell’importanza e dell’efficacia dell’azione che Orfini e il PD stanno svolgendo nel contrasto dei clan mafiosi ad Ostia. Siamo a fianco di Matteo nella battaglia per la legalità da cui non intendiamo arretrare di un millimetro”,questo quanto dichiarato da Emanuele Fiano, ovvero il Responsabile sicurezza della segreteria nazionale Pd in una nota.

Ed ancora solidarietà arrivata anche da Forza Italia e nello specifico da Francesco Giro, il senatore del partito nonchè responsabile nazionale dei dipartimenti de partito, il quale ha dichiarato:“Anche a nome di FI voglio esprimere al presidente del PD e amico Matteo Orfini la solidarietà mia personale e del mio movimento. Roma sta vivendo un momento drammatico e la lotta per la legalità deve essere condivisa al di la’ delle rispettive appartenenze politiche. A Matteo va allora il mio incoraggiamento a non desistere nel suo impegno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.