Maltempo,Calabria esonda un torrente, morto uomo di 43 anni

Il maltempo sta ancora flagellando l’Italia e soprattutto la parte del sud della nostra penisola, facendo tra l’altro alcune vittime. Una tra le regioni più colpite sembra essere la Calabria e proprio a Catanzaro il maltempo ha fatto una vittima; i vigili del fuoco hanno ritrovato il cadavere dell’uomo scomparso nel pomeriggio di sabato dopo che l’ondata di piena di un torrente lo aveva travolto mentre si trovava a bordo della sua auto a Taurianova, centro di provincia di Reggio Calabria.

La vittima si chiamava Salvatore Comandè ed aveva 43 anni; il suo corpo è stato rinvenuto lungo il torrente San Nicola che è esondato. Per fortuna la figlia 17enne che era con lui si è salvata. Intanto piove ancora su tutta la Calabria, soprattutto sulla fascia ionica catanzarese ed il reggino.Registrati gravi danni alla condotta idrica comunale di Reggio Calabria, provocati dalla piena del torrente Pettogallico. Per questo motivo nella giornata di oggi potranno verificarsi dei disagi nell’erogazione idrica nelle zone di Villa San Giuseppe, Modenelle, Arghillà e Pettogallico.

A renderlo noto è stato il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà.Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un’allerta meteo che prevede il persistere di precipitazioni particolarmente significative sui settori ionici. Maltempo anche in Sicilia, dove il Dipartimento della Protezione Civile,ha anche valutato per domani una criticità rossa per rischio idrogeologico localizzato in Sicilia, sui settori nord-orientali e sul bacino del Simeto, e su gran parte della Calabria.  Allerta arancione su Tirreno centrale,mentre il Tirreno settentrionale scende a giallo.

“La situazione è critica”, ha dichiarato il prefetto di Reggio Calabria, Claudio Sammartino “Stiamo cercando di intervenire in tutti i punti che sono isolati”, ha ribadito il prefetto. Il viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini, ha chiesto di essere informato tempestivamente sull’evoluzione della situazione e si è reso disponibile per stabilire le azioni urgenti da intraprendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.