“Manderei la Boldrini a fare le pulizie”, ecco la risposta di Salvini alle proteste degli immigrati a Ceranova

“Vogliono qualcuno che pulisca la villetta, capito??? Per accontentarli,a fare le pulizie manderei la Boldrini! Auguri, e che il 2016 ci riporti la Dignità perduta”, sono state queste le parole pronunciate da Matteo Salvini, politico italiano, deputato ed europarlamentare e segretario federale della Lega Nord, attraverso le quali ha commentato la protesta di un gruppo di migranti avvenuta nello specifico a Ceranova, comune italiano della provincia di Pavia, in Lombardia.

Nello specifico ecco quanto accaduto. La settimana scorsa un gruppo formato, per essere precisi, da 24 profughi ha deciso di organizzare una vera e propria protesta rovesciando per le strada i propri indumenti in quanto in passato avevano già avanzato due pretese che però non sono state prese in considerazione motivo per il quale i 24 profughi hanno deciso di protestare nella speranza di fare ascoltare quelle che sono le loro richieste.

Ciò di cui i migranti affermano di avere bisogno sono una donna fissa, che si occupi della pulizia della casa in cui vivono mentre invece la seconda richiesta riguarda la possibilità di installare internet in tali centri dando così loro la possibilità di mantenere vivi i ricordi delle persone che non sono in Italia insieme a loro. Sulla questione si è espresso il sindaco della città in quale ha nello specifico affermato “Siamo un paese tranquillo. Non siamo abituati a situazioni del genere. Vogliamo che la tranquillità dei nostri abitanti venga garantita”.

Anche Massimo Codari, nel direttivo di Forza italia, ha espresso il suo pensiero affermando  “Abbiamo perso il senso della misura. Chi se le può più permettere, tra gli italiani, le donne di servizio. E noi dovremmo assicurarle ai profughi?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.