Marocco:coppia omosessuale si abbraccia,adesso rischia 3 anni di carcere

0

Nonostante l’omosessualità sia stata accettata in tantissimi paesi tanto da non fare più clamore e finalmente le persone possono tranquillamente essere se stesse e non dover fare i conti con discriminazioni vari, sia sul lavoro che nella vita di tutti i giorni, in altri paesi è purtroppo ancora bandita.

E’ il caso del Marocco dove essere omosessuali è praticamente un reato e lo sanno bene due marocchini i quali per essersi semplicemente abbracciati in un luogo pubblico adesso rischiano fino a tre anni di carcere.

I due marocchini praticamente dopo essersi abbracciati davanti alla torre che a Rabat nel Marocco celebra la memoria dell’ex re Hassan sono stati arrestati dalla polizia marocchina con l’accusa di esibizione impudica. La notizia è stata diffusa direttamente dal telegiornale del canale televisivo Al Aoula, che ha anche fornito le identità dei due uomini mostrando anche le loro fotografie; praticamente se i due dovessero essere ritenuti colpevoli rischiano una condanna sino a tre anni di reclusione.

Che il Marocco è un paese dalla moralità severa, lo si era già intuito anche in altre circostanza, come per esempio in seguito all’esibizione di Jennifer Lopez al Festival Mawazine, la quale è stata giudicata “riprovevole ed inaccettabile oltre che contro la legge” dal ministro delle Comunicazioni, Mustafa Al Jalfi.

Inoltre, proprio in questi giorni è avvenuto un altro episodio che ha destato parecchie polemiche, ovvero due ragazze francesi facenti parte del gruppo femminista delle Femen, sono state espulse dal territorio per essersi presentate davanti alla torre di Hassan a seno nudo e facendo finta di baciarsi per protestare e rivendicare il riconoscimento dei diritti degli omosessuali.

Rispondi o Commenta