Massimo D’Alema lancia frecciatina a Renzi:”Si sputa sul passato per fingersi grandi”

Nella giornata di ieri Massimo D’Alema ha partecipato alla Festa dell’Unità di Milano nel corso della quale ha praticamente risposto a tono alle frasi di Matteo Renzi circa la linea politica tenuta dal Centrosinistra negli ultimi vent’anni.“Non dico che bisogna sempre ispirarsi al passato ma nemmeno sputarci sopra per far finta di essere grandi”, ha dichiarato Massimo D’Alema.

Riguardo proprio lo scenario attuale, Massimo D’Alema riconosce che il Pd è ancora il primo partito anche se cita i sondaggi, e rievocando il 41 per cento di preferenze arrivate alle elezioni europee di maggio 2014, dichiara:“Ci siamo persi per strada due milioni di voti”. Stando al pensiero di D’Alema il Pd presto dovrà decidere se allearsi con la destra o con il centrosinistra. “Sono due alternative e ci troveremo di fronte a questa scelta: andremo alle elezioni con Alfano, Cicchitto e Verdini o cercheremo di ricostruire il centrosinistra? Quello con i conservatori è un abbraccio mortale, come si è visto con i socialisti greci. Io voglio capire da studioso cosa farà il Pd”, aggiunge D’Alema.

Immediata la replica giunta direttamente dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Luca Lotti, il quale ha dichiarato: “Se pensa di poter far meglio di Renzi può candidarsi alle primarie Pd del 2017”, afferma l’esponente della maggioranza del partito. “Reduce da felici circumnavigazioni estive l’onorevole presidente D’Alema sostiene che il partito democratico abbia perso 2 milioni di voti. Come noto, invece, il Pd nelle ultime elezioni nazionali ha preso nel 2013 il 25.2 per cento con la guida di Pier Luigi Bersani e nel 2014 il 40.8 per cento con la guida di Matteo Renzi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.