Masterchef, Stefano Callegaro portato in Tribunale da Magnolia

Dopo tre mesi dal 5 marzo 2015 ovvero la data della finale della quarta edizione di Masterchef Italia, Stefano Callegaro è praticamente finito nei guai. Sono stati tanti i servizi di Striscia la Notizia sul concorrente vincitore di Masterchef Italia il quale è stato accusato di aver già lavorato come cuoco in passato.

Oggi Magnolia,ovvero la società produttrice del programma ha comunicato di aver agito giudizialmente «affinché sia accertata in maniera inequivocabile da un giudice competente la sussistenza o meno dei requisiti da parte di Callegaro per la partecipazione al programma e, in difetto, siano adottate le conseguenti misure».

Proprio nella giornata di ieri Magnolia aveva dichiarato di aver effettuato nelle scorse settimane delle verifiche molto attente su quanto dichiarato dallo stesso Stefano Callegaro circa le sue esperienze professionali pregresse.

Come annunciato il 10 aprile, Magnolia, società produttrice del programma MasterChef, ha svolto nelle scorse settimane una scrupolosa attività di verifica sulle dichiarazioni e sui documenti che Stefano Callegaro – vincitore dell’ultima edizione del programma – ha fornito in merito alle sue pregresse esperienze professionali. Questi approfondimenti, svolti in tutte le sedi competenti, hanno appurato che non vi è evidenza documentale di attività svolte da Callegaro riconducibili al lavoro di cuoco e, dunque, in violazione del regolamento del programma. Ciononostante, poichè risultano testimonianze in contraddizione, secondo la valutazione della società, con questa documentazione, per arrivare ad un accertamento della situazione che tuteli la credibilità del programma e gli interessi di tutti i soggetti coinvolti, Magnolia ha deciso di agire giudizialmente affinché sia accertata in maniera inequivocabile da un giudice competente la sussistenza o meno dei requisiti da parte di Callegaro per la partecipazione a MasterChef e, in difetto, siano adottate le conseguenti misure”,questo il comunicato diffuso da Magnolia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.