Messina, è ancora emergenza acqua:inviata la Protezione civile dal Governo

La città di Messina torna ad essere senza acqua, dopo che una frana ha colpito e rotto la condotta di Fiumefreddo a Calatabiano nel catanese in Sicilia.La città di Messina dunque dopo essere rimasta senz’acqua per nove giorni dopo un guasto causato da uno smottamento è rimasta a secco per una seconda volta. L’improvvisa interruzione dell’erogazione idrica era stata rilevata in mattinata proprio quando si era verificata la frana; i tecnici erano tornati a Calatabiano per valutare la situazione,ma poi nel giro di pochi minuti è arrivata la conferma da parte del sindaco Renato Accorinti, il quale ha annunciato nel pomeriggio“una distribuzione razionata delle risorse idriche provenienti dall’Acquedotto Santissima, dall’erogazione ridotta dell’Alcantara e dei pozzi cittadini”.

 I rubinetti sono già senz’acqua a Viale San Martino, via Garibaldi, viale Giostra e Annunziata. Se il guasto non verrà subito riparato già nelle prossime ore gran parte della città sarà di nuovo in emergenza. Sembra non corrano pericoli le abitazioni che si riforniscono dall’acquedotto della Santissima.«Sì è fatto il punto su quelle che sono le azioni di emergenza da porre in essere nella parte alta della città che è quella che soffrirà di più questa emergenza», ha dichiarato il capo della Protezione civile nazionale Fabrizio Curcio nel corso di un tavolo tecnico in Prefettura sull’emergenza acqua a Messina.

Intervenuto sulla vicenda anche il Presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta il quale ha dichiarato:«Il sistema idrico di Messina così come è organizzato non permette un’adeguata distribuzione all’interno dei quartieri. Per l’intervento sul territorio dove si trova la condotta ci vorrà circa un milione di euro e complessivamente almeno un altro milione per il resto degli interventi di prima emergenza che dovrebbe arrivare anche dalla Protezione civile nazionale e regionale. Ci vorranno due tre giorni per una distribuzione ottimale che sarà circa il 50 per cento del normale. Chiedo ai cittadini messinesi di risparmiare acqua e cercare di sopportate questi disagi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.