Migranti, scontro tra Lega e Chiesa Salvini “Galantino Vescovo comunista!”

1

«Il governo è del tutto assente sul tema immigrazione. Non basta salvare i migranti in mare per mettere a posto la coscienza nazionale.L’accusa a Cei e Caritas di guadagnare con gli immigrati è di una «banalità spaventosa», è questo quanto dichiarato dal segretario generale della Cei, Nunzio Galantino, che è tornato sulla questione immigrazione nel corso di un’intervista effettuata a pochi giorni dalle polemiche suscitate dalle sue parole, quando definì piazzisti da quattro soldi, coloro i quali speculano sull’immigrazione.

E’duro scontro, dunque, tra la Lega e la Chiesa sull’emergenza immigrazione, e dopo l’attacco della Cei arriva la risposta da parte di Matteo Salvini il quale ha dichiarato: “Chi difende questa invasione clandestina, che sta rovinando l’Italia, o non capisce o ci guadagna.Non si tratta di essere cattolici o no, si tratta di buonsenso. Sono felice del sostegno che arriva, a me e alla Lega, da tante donne e uomini di Chiesa senza le fette di salame sugli occhi e le tasche piene.Il signor Marco Tarquinio, direttore del giornale dei vescovi, si deve vergognare!”.

« Noi Facciamo quello che ci impone di fare il Vangelo e non dobbiamo giustificarci, piuttosto è il governo che è del tutto assente sul tema immigrazione. Non basta salvare i migranti in mare per mettere a posto la coscienza nazionale.Potremmo imparare dalla Germania e copiare le sue leggi. Invece noi abbiamo sempre scritto leggi che in buona sostanza respingono gli immigrati e non prevedono integrazione positiva. Prima la Turco-Napolitano e adesso la Bossi-Fini», aggiunge il segretario generale della Cei, Mons. Nunzio Galantino. 

1 COMMENT

  1. Nella miseria, non sapendo più cosa fare la gente si rivolge a dio (e, quel che per la chiesa è più importante, ai preti). Infatti il regno dei cieli è per i poveri e per i cammelli, visto che i ricchi ben difficilmente vanno in paradiso. La chiesa ha sempre favorito la povertà, a cominciare da quella delle famiglie troppo numerose per il nessun controllo sulle nascite che ha sempre imposto ai fedeli, predicando che il buon dio tutto vede e a tutto provvede. E poi nelle famiglie povere fra i tanti figli c’e sempre quello che per star meglio gli viene la vocazione e i seminari si riempiono. Visto che i figli non li fa più nessuno, ben venga l’immigrazione, e quanto più è fuori controllo, tanto meglio è.

Rispondi o Commenta