Migranti:scambio matrimonio-permesso di soggiorno, l’Antiterrorismo indaga

Lo scambio matrimonio-permesso di soggiorno sicuramente non è una novità, se non fosse che in questo momento purtroppo sul fenomeno sta cominciando ad indagare l’Antiterrorismo. E’sorto il dubbio sul fatto che attraverso le nozze di comodo si possano infiltrare in Italia militanti jihadisti, pronti magari a compiere attentati terroristici nel nostro Paese.

La notizia, è stata infatti confermata all’Ansa dalla sezione antiterrorismo della Questura di Roma; le indagini nello specifico sarebbero iniziate in seguito all’attentato dell’11 luglio al Cairo, quando è esplosa una bomba davanti al consolato italiano. Dalle indagini è emerso che proprio in quel periodo un siriano insieme ad un altro mediorientale avrebbero chiesto all’organizzazione clandestina che gestisce le nozze fasulle, una sposa con urgenza, offrendo addirittura il doppio della tariffa standard. Il motivo è ancora da chiarire; stando a quanto ricostruito dall’Antiterrorismo, il siriano avrebbe concluso l’accordo aspettando nel deserto, e dopo aver pagato, alla sposa viene fornito un biglietto aereo, dove vengono celebrate le nozze, che vengono registrare in Italia in un secondo momento, e da quel momento lo sposo ha il via libera per potersi trasferire nel nostro paese tranquillamente.

In generale, le tariffe pagate dagli stessi immigrati alla rete clandestina che combina i matrimoni sono di alcune migliaia di euro.“Ne abbiamo organizzati recentemente almeno una decina”, ha dichiarato un 40enne italiano coinvolto nel traffico, che si occupa anche della parte burocratica sbrigando le pratiche e procurando i documenti da portare all’ufficio anagrafe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.