Modifiche al Codice della Strada, in due sul motorino da oggi si può

0

Entreranno in vigore oggi le modifiche al Codice della Strada, apportate dalla legge n.115 del 29 luglio 2015, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 3 agosto 2015. La legge, modifica gli articoli 115, 116, 118bis e 170 del Codice della Strada. Ma cerchiamo di capire quelle che saranno le principali novità, a cominciare dal fatto che vi sarà la possibilità per il minore di età compresa tra i 16 ed i 18 anni ed in possesso del previsto titolo abilitativo, di poter trasportare un passeggero, sul motociclo o sul ciclomotore.

Ovviamente, nel documento di circolazione, come accade per i conducenti maggiorenni, dovrà risultare espressamente risultare che è omologato per il trasporto di un’altra persona oltre al conducente. Si valuterà, inoltre, l’accesso di biciclette ciclomotori e motocicli nelle corsie urbane ai mezzi pubblici; al vaglio anche la possibilità per i motocicli superiori ai 125cc di poter prendere l’autostrada. Ed ancora, per i titolari di patenti speciali, è stato eliminato il limite di massa massima autorizzata di 750 kg, che era imposto per la conduzione di veicoli trainanti un rimorchio da parte di titolari di patenti speciali.

Anche per loro, il traino del rimorchio non leggero richiede il possesso della patente di categoria corrispondente. Ulteriore novità riguarda la patente B, nel senso che viene eliminato il richiamo alla residenza per rilasciare la patente di guida; previsto un cambio di rotta circa gli esami per la B, quella più diffusa tra le licenze. Per quanto riguarda l’esaminatore dovrà essere in possesso di una patente analoga da almeno tre anni. L’esaminatore dovrà anche prendere parte ad un percorso formativo.

Rispondi o Commenta