Morigerati, grave incidente di caccia: grave un 12enne

0

Doveva essere un normalissimo pomeriggio di caccia quello di domenica, 27 dicembre 2015, per un ragazzino di dodici anni, il padre e lo zio che insieme si erano recati ad una battuta di caccia al cinghiale. Ed invece quello che doveva essere un normale pomeriggio si è trasformato in tragedia, ma vediamo nello specifico quanto accaduto. La tragedia è esattamente avvenuta a Morigerati, comune italiano della provincia di Salerno, in Campania, dove il ragazzino è rimasto tragicamente ferito in seguito ad un colpo sparato dallo zio.

Quest’ultimo, agricoltore di mestiere, bravissima persona molto stimata in paese, avrebbe sparato ad un cinghiale colpendo però il nipote che si era allontanato dal posto in cui gli era stato detto di rimanere mettendo così in serio pericolo la sua vita.

“Ho sparato ad un cinghiale tra i cespugli, non mi sono accorto di mio nipote. Non avrebbe dovuto trovarsi in quel posto. E’ stato un terribile incidente. Non volevo, non volevo. Nel luogo in cui è accaduta la tragedia non c’era segnale telefonico, siamo stati costretti a portalo in auto”, sono state le parole pronunciate dallo zio del dodicenne ancora molto scosso da quanto accaduto. Proprio in seguito al terribile incidente il ragazzino è stato soccorso dallo zio e dal padre che lo hanno subito accompagnato presso l’ospedale di Sapri, comune italiano della provincia di Salerno in Campania, anche se successivamente è stato trasferito presso l’ospedale San Leonardo di Salerno.

Ferito all’emitorace sinistro il dodicenne si trova adesso in pericolo di vita mentre invece lo zio è stato denunciato a piede libero e adesso dovrà rispondere dell’accusa di lesioni gravissime.

Rispondi o Commenta