Multa di 482 euro per un ciclista a Lecce: pedalava contromano parlando al cellulare

Parlava al cellulare mentre faceva diverse infrazioni stradali il ciclista multato a Lecce, una multa abbastanza salata che la polizia municipale del capoluogo salentino ha deciso di far pagare al ciclista indisciplinato ,ovvero 482 euro di multa per aver parlato al cellulare mentre pedalava contro mano a ridosso del centro storico di Lecce.A beccare il ciclista di 34 anni è stata una pattuglia di vigili urbani che da alcune settimane girano in bicicletta per cercare di evitare malcostumi e abusi, perché anche se Lecce risulta essere la città ideale per le due ruote è pur vero che gli amanti della bicicletta spesso violano le regole del buon senso e il Codice della strada.

Lo stesso Donato Zacheo, comandante della polizia municipale ha dichiarato: “esiste l’errata convinzione che le regole del codice della strada non valgano per le biciclette, che invece rientrano a tutti gli effetti nella categoria dei veicoli e, pertanto, soggiacciono alle stesse norme di comportamento”.

Sicuramente il ciclista ha assolutamente violato ogni regola del buon senso e soprattutto del codice stradale tanto da attirare l’attenzione dei vigili urbani che lo hanno subito invitato a terminare la conversazione telefonica per poi fargli invertire la marcia ma lui li ha ignorati continuando la sua passeggiata, agli agenti non è rimasto che raggiungerlo e contestargli due violazioni, sia la circolazione contromano che l’uso del telefono cellulare durante la guida del veicolo, presentadogli così la salata multa di 482 euro. L’uomo pedalava contromano su viale De Pietro, nei pressi del tribunale di Lecce, una strada spartitraffico e a scorrimento veloce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.