55enne padovano morto nel bellunese, tragico volo di 200 metri in una scarpata

E’ stato ritrovato in data sabato 22 agosto del 2015, nel bellunese, il corpo senza vita di un 55enne padovano, un escursionista che è morto in montagna cadendo da un dirupo. E’ stata purtroppo una morte tragica visto che l’uomo, probabilmente dopo essere scivolato, ha fatto un volo di 200 metri.

La tragedia, nel bellunese, è avvenuta sopra il lago di Arsié, in Val Carazzagno, con l’uomo che è stato ritrovato senza vita dopo che di lui si erano perse le tracce per 24 ore a partire da venerdì scorso. L’ultima volta, infatti, era stato visto uscire da un’abitazione situata in località Forcelletta senza però più farvi ritorno.

In accordo con quanto è stato riportato dal ‘Corriere del Veneto’, il 55enne padovano, che si chiamava Alfonso Favero, è stato trovato già morto dai soccorritori nella mattinata di sabato 22 agosto del 2015. Sul posto sono in particolare intervenuti i Carabineri unitamente al Soccorso alpino e ad un elicottero del Suem, il Servizio di Urgenza ed Emergenza Medica.

Ai soccorritori non è rimasto purtroppo che recuperare e ricomporre la salma al fine di trasportarla su strada dove ad attendere c’era già il carro funebre. Si presume, come sopra accennato, che l’escursionista sia scivolato nel dirupo, e che questo sia avvenuto molte ore prima del suo ritrovamento. L’uomo era stato visto venerdì scorso e, di conseguenza, non rivedendolo più tornare nell’abitazione da dove era uscito per l’escursione, i vicini di casa in località Forcelletta hanno provveduto a chiamare il 118 al fine di attivare le ricerche ed i soccorsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.