Musulmano arrestato in una moschea a Roma: ‘Parigi colpa di francesi e americani’ aveva detto in Tv

Un giovane musulmano è stato attestato a Roma dopo che nella sua abitazione, nel quartiere di San Basilio, è stata rinvenuta una sostanza stupefacente unitamente ad alcuni bilancini di precisione.

Il tutto è accaduto all’indomani dell’intervento del giovane musulmano in televisione nel corso del programma ‘Quinta Colonna‘ quando in un intervista, riguardo alla stage di Parigi del 13 novembre del 2015, ha accusato dell’accaduto gli americani ed i francesi. Inoltre, sempre nel corso del suo intervento trasmesso in televisione B.S.J., queste le iniziali del giovane in accordo con quanto riportato da IlMessaggero.it, ha pure condiviso le ragioni della strage dei giornalisti della testata satirica francese Charlie Hebdo.

Gli agenti della Polizia hanno così arrestato il 24-enne, che è cittadino italiano in quanto di padre tunisino ma di madre italiana, presso la moschea di Centocelle. Dopodiché gli agenti della Digos della Questura della Capitale hanno effettuato delle perquisizioni nella sua abitazione trovando peraltro non solo la sostanza stupefacente, ma anche dei documenti in lingua araba che tuttora sono al vaglio da parte degli inquirenti.

Nel frattempo a carico del 24-enne è scattata una denuncia, susseguente alle sue dichiarazioni in televisione, per propaganda di idee fondate sulla discriminazione e l’odio razziale, etnico e religioso.  ‘L’attentato a Cherlie Hebdo? Per me quello è giusto. Loro hanno toccato il nostro profeta Maometto. Noi non tocchiamo il vostro profeta Gesù. Hanno fatto bene a fare casino‘. Queste tra le altre, in accordo con quanto riportato da Newsly.it, sono state le scioccanti parole del 24-enne intervistato a Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.