Camorra Napoli, boss tradito dal cenone di Natale: i carabinieri seguono i parenti e lo arrestano

Incredibile la storia che stiamo per raccontarvi e che ha come protagonista un boss napoletano. Il Natale per questo boss della camorra di Napoli è stato davvero fatale.Stiamo parlando di Claudio Orefice, noto come O Cunfettar, il boss della camorra napoletana di 46 anni, latitante ormai da tempo il quale è stato ritrovato nella giornata di ieri proprio grazie ad una disattenzione dei suoi parenti; Corrado Orefice è considerato dagli investigatori l’attuale reggente del clan “Vinella grassi”, ovvero il gruppo camorristico che ha preso il nome dalla zona del quartiere di Secondigliano.

“In un blitz scattato all’alba, i Carabinieri del Comando provinciale di Napoli hanno rintracciato e arrestato, a Monteruscello (Napoli) Corrado Orefice, 46 anni, napoletano, detto “‘o cunfettar”, si legge in un comunicato. Ebbene si, i carabinieri avrebbero deciso di seguire, nella giornata di ieri, un gruppo di parenti i quali hanno deciso di far visita al boss latitante per trascorrere insieme a lui le festività natalizie. Il boss era latitante dal mese di settembre, proprio in seguito alla condanna a 20 anni di reclusione per associazione per delinquere di tipo mafioso e traffico di stupefacenti.

Purtroppo per lui, nella giornata di ieri la moglie insieme ad alcuni parenti ed amici hanno deciso di far visita al boss e per l’occasione avevano preso alcune precauzioni, come cambi di auto durante il percorso, peccato che i carabinieri della squadra catturandi di Napoli sono riusciti comunque a seguirli fino a raggiungere la villetta.

Una volta trovata la residenza segreta del boss, i carabinieri all’alba hanno circondato la villa ed hanno fatto irruzione arrestando il boss, che da quanto emerso non avrebbe opposto resistenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.