Nati down senza diagnosi? Nessun ricarsimento, è questa la decisione della Cassazione

Nasce un bambino con la sindrome di Down senza essere stata diagnosticata la sindrome? Per voi nessun risarcimento. E’ questa la decisione presa dalla Cassazione a Sezioni Unite, la quale si è espressa in maniera negativa sulla questione. “Non esiste il diritto a non nascere se non sano e questo mette in scacco il concetto stesso di danno per il nato malato”, ha dichiarato la Cassazione, la quale era stata chiamata in causa dalla richiesta di risarcimento danni a nome proprio e della famiglia di una coppia che ha citato l’Asl di Lucca ed i primari dei reparti di ginecologia e del laboratorio di analisi.

I genitori accusano i medici e di conseguenza l’Asl di non avvisato in tempo che la bambina in attesa fosse affetta dalla sindrome di Down, perchè qualora la donna lo avesse saputo in tempo , non avrebbe portato a termine la gravidanza ed a tal riguardo ha chiesto il risarcimento, respinto proprio nella giornata di ieri dalla Cassazione.

Annullata comunque, dalle Sezioni Unite la sentenza della Corte d’Appello di Firenze, che negava il risarcimento ai genitori.

Come è risaputo, la legge 194 sull’aborto riconosce alla donna la possibilità di ricorrere all’interruzione di gravidanza soltanto nel caso in cui fossero esistenti gravi pericoli per la salute del nascituro e della donna, ma per poter richiedere un risarcimento danni, è opportuno provare che la donna avrebbe davvero abortito.In ultimo dunque se da un lato le Sezioni Unite hanno respinto il risarcimento per la bambina nata down, dall’altro hanno disposto un nuov approfondimento per il danno psicologico subito invece dalla madre.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.