Neonato soffre di una rara malattia, ma gli viene negato un farmaco urgente

Polemica a Roma, dopo che lo scorso venerdì un farmacista non ha potuto fornire dei farmaci molto importanti ai familiari di un bambino appena nato colpito da una rara affezione del tratto respiratorio.

Come anticipato lo scorso venerdì intorno alle ore 16 i familiari del piccolo appena nato si sono recati presso la farmacia di Andrea Cicconetti nonché segretario di Federfarma chiedendo delle specifiche medicine per curare la rara affezione del tratto respiratorio che aveva colpito il figlio appena nato.

Purtroppo il farmacista non avendo il farmaco a disposizione ha tentato di ordinarlo senza però ottenere nulla, perchè il servizio clienti era chiuso ed il farmaco non poteva essere ordinato. «Non è ammissibile negare a una farmacia, e ai cittadini che a lei si rivolgono, un farmaco urgente per una patologia rara che ha colpito un bambino appena nato», ha dichiarato il farmacista Andrea Cicconetti. Lo stesso, aggiunge che dopo aver ricevuto notizia che il servizio clienti era chiuso ha tentato di contattare direttamente il referente della casa farmaceutica il quale ha riferito che le farmacie nel Lazio non possono più ordinare il prodotto perchè nonostante sia inserito nella fascia A, è inserito nel prontuario ospedale-territorio e la AbbVie non sa se la Regione vorrà inserirla nella distribuzione per conto.

In fin dei conti, praticamente il piccolo non ha ancora ottenuto alcun medicinale.” Come farmacista e come segretario di Federfarma Roma trovo questa situazione inammissibile e chiediamo aiuto alla Regione per fare chiarezza sul caso», ha dichiarato il farmacista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.