Febbre alta del bambino, i Pediatri diffondono un decalogo

Quando i bambini hanno la febbre alta spesso i genitori sono in ansia al punto da imbottire i piccoli di antipiretici al fine di abbassarla. Pur tuttavia la febbre rappresenta una reazione benigna alle infezioni in quanto alle alte temperature funzionano meglio i meccanismi immunologici del corpo mentre tendono a funzionare peggio, e quindi a morire, i batteri ed i virus.

‘Se il bambino è febbrile, ma sta bene, somministrare l’antipiretico è un errore molto grave’, ha non a caso dichiarato, in accordo con quanto riportato da IlMattino.it, Maurizio de Martino che è ordinario di pediatria all’Università di Firenze, nonché direttore del dipartimento di Pediatria internistica ospedale Pediatrico Meyer sempre a Firenze.

Il problema febbre del bambino, per i genitori ansiosi, si può nella maggioranza dei casi risolvere seguendo una decina di regole a partire dal rispetto, in caso di prescrizione di farmaci, delle dosi e delle tempistiche di assunzione che sono state indicate dal medico.

Inoltre, la migliore misurazione della temperatura corporea di norma si ottiene utilizzando il termometro elettronico digitale posizionato sotto l’ascella; e se ad avere la febbre è un lattante, è sempre bene far visitare il piccolo in giornata al fine di verificare la presenza o meno nel suo corpo di infezioni batteriche. Inoltre, contrariamente a quanto fanno molti, contro la febbre sono inutili i cosiddetti ‘rimedi della nonna’, ovverosia l’uso di ghiaccio e spugnature che, anzi, rischiano di essere controproducenti. Attenzione poi al rischio malaria qualora il bambino febbrile fosse di ritorno proprio da un Paese ad endemia malarica.

“La febbre – spiega de Martino – esiste negli animali da 40 milioni di anni ed è presente in tutte le specie, incluse quelle più in basso nella scala zoologica. Quando un fenomeno biologico è mantenuto a lungo in tutte le specie vuol dire che è indispensabile per la sopravvivenza. E la febbre lo è, perché a temperatura febbrile funzionano meglio i meccanismi immunologici e funzionano peggio virus e batteri. I medici sanno che è brutta la prognosi di bambini con infezioni gravi ma che non sviluppano febbre. E sanno anche che abbassare la febbre comporta regolarmente un allungamento delle condizioni infettive”.

One comment

  1. antonio spinelli

    tutt i genitori; le mamme particolarmente. vorrebbero il meglio per i figli ,ma cosi facendo ,fanno un danno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.