Notte di San Lorenzo, la notte delle stelle cadenti ecco quando è previsto il picco

0

Mancano ormai pochi giorni alla notte più attesa dell’estate, considerata e definita la notte dei desideri. Stiamo, ovviamente, parlando della notte di San Lorenzo la notte delle stelle cadenti o meglio delle Lacrime di San Lorenzo, le meteore appartenenti allo sciame delle Perseidi. Tradizionalmente il fenomeno viene collegato al martirio di San Lorenzo che arse sulla graticola nel 258.

Per quest’anno il picco è previsto nella notte tra il 12 ed il 13, anche se stando a quanto emerso sembra che in molte parti d’Italia a causa delle nuvole non sarà possibile osservare il cielo in modo ottimale. Le ore migliori, comunque, per poter osservare lo sciame delle Perseidi rimane quello della notte e basterà soltanto alzare gli occhi verso il cielo o puntare qualche strumento di osservazione verso l’area a nordest del cielo in direzione della costellazione di Perseo, ovvero fra Andromeda ed il Pentagono dell’Auriga.

Gli esperti consigliano di allontanarsi più possibile dalle città per poter osservare le stelle cadenti; l’ideale sarebbe quello di dirigersi verso spazi aperti e scuri per poter visionare meglio il cielo e nel migliore dei modi.“Il massimo è previsto tra le 08:30 e le 11:00 del giorno 13 agosto, dunque le prime ore del 13 saranno quelle ideali. L’osservazione a occhio nudo è senza dubbio la migliore, mentre è importante scegliere un sito osservativo il più lontano possibile dall’inquinamento luminoso, vero nemico dell’osservazione del cielo e disastrosa evidenza di un immenso spreco di energia elettrica”, spiega Gianluca Masi del Virtual Telescope. 

Rispondi o Commenta