Padre Carbone: “coppie omosessuali più esposte a malattie e suicidi”, scoppia la polemica

0

Padre Carbone è intervenuto al meeting di comunione e liberazione che ha preso luogo nei giorni scorsi a Rimini. Il sacerdote che fa parte dell’ordine dei Domenicani ha affermato: “Le coppie omosessuali sono più esposte a malattie e a suicidi di quelle eterosessuali”, questa sua affermazione ha provocato molti sono polemiche provocando un grande dibattito

Padre Carbone, durante il suo discorso, ha riferito i dati di uno studio durato oltre trent’anni, il quale ha evidenziato che le coppie omosessuali sono esposte a un rischio maggiore di contrarre malattie infettive rispetto alle coppie eterosessuali.

“Le coppie eterosessuali sono esposte a minori rischi cardiovascolari, respiratori, suicidio, tentato suicidio e Aids, infinitamente minori delle coppie dello stesso sesso conviventi o sposate nel Regno di Danimarca. Questo è un dato di realtà. Bisogna conoscere questi dati che abitualmente sono taciuti”, ha dichiarato Padre Carbone.

Dopo queste dichiarazioni, l’associazione per i diritti degli omosessuali è intervenuta attraverso il dottor Renzo Puccetti: “Quelli tra omosessuali non sono veri matrimoni perché manca la relazione sessuale a fini riproduttivi: equivale a mettere un dito in un orecchio”.

Ovviamente questi due interventi, hanno portato uno strascico di veleni, l’associazione per i diritti sessuali bacchetta di intervento sia padre carbone che di Puccetti, inoltre scredita anche lo studio danese effettuato per oltre trent’anni.

Rispondi o Commenta