Parigi, assalto al covo dei terroristi: esplosione e sparatoria con almeno due morti e agenti squadre speciali feriti

E’ avvenuto proprio in queste ore in Francia, all’alba, l’assalto da parte degli agenti delle squadre speciali a quello che potrebbe essere il covo dei terroristi che venerdì scorso con delle azioni separate hanno ucciso 132 persone a Parigi.

L’assalto, in accordo con quanto è stato riportato in diretta televisiva dall’emittente Bfm Tv, è scattato all’alba di oggi, attorno alle ore 4,30 in un sobborgo a nord di Parigi, e precisamente a Saint-Denis dove è iniziata una lunga sparatoria dopo che la polizia ha stretto d’assedio la zona.

L’obiettivo degli agenti di polizia è stato quello di fare irruzione in un appartamento dove potrebbe essere nascosto il nono uomo che ha preso parte alla strage di venerdì scorso a Parigi. Per il momento non si ha notizia della cattura del fuggiasco ma ci sono stati tre arresti di presunti jihadisti, che potrebbero essere dei complici, durante una sparatoria che ha causato ferite a diversi agenti delle forze speciali. Durante il conflitto a fuoco ci sarebbe stata pure un’esplosione.

In totale gli uomini barricati nell’appartamento dovrebbero essere ben otto, e con due di questi che potrebbero essere stati uccisi dalle forze speciali. In un successivo aggiornamento, tra l’altro, la stessa emittente Bfm Tv ha riferito che il bilancio provvisorio è di due vittime, e che l’assalto della polizia francese è stato pianificato non per trovare il nono terrorista che ha partecipato alla strage di venerdì scorso a Parigi, ma la presunta mente degli attentati che è stata identificata nel belga Abdelhamid Abaaoud.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.