Parioli, operatore della Croce Rossa ruba denaro a casa di una defunta, sospeso

0

Incredibile quanto avvenuto nella giornata di ieri a Roma, dove la Parioli, operatore della Croce Rossa ruba denaro a casa di una defunta, sospeso ai Parioli. L’operatore in questione, è stato arrestato dalla polizia di Roma ed accusato di furto aggravato per aver rubato durante un intervento a casa di un’anziana signora morta. L’uomo sarebbe stato visto da una donna residente nello stabile, che ha deciso così di chiamare il 113 e denunciare l’accaduto.

L’operatore, un giovane 31enne avrebbe prelevato del denaro da un cassetto dell’abitazione della donna; il giovane avrebbe prelevato soltanto 250 euro, nonostante nella cassetta la donna aveva nascosto ben 3mila euro. Stando a quanto emerso, dunque, l’uomo incensurato e sposato con un figlio, sarebbe entrato nell’appartamento, avrebbe aperto un cassetto del comodino dove ha trovato banconote per oltre 2.000 euro che ha infilato nella tasca del camice. “Ove fosse accertato il reato saremmo di fronte ad un fatto gravissimo che non può infangare il lavoro e l’opera prestata dai nostri operatori sanitari. Chi tradisce il valore del lavoro di soccorritore e di operatore sanitario commette un doppio reato e per quanto ci riguarda è fuori da Croce Rossa Italiana” , ha dichiarato in una nota Flavio Ronzi, Presidente della Cri di Roma.

Lo stesso Ronzi ha aggiunto:”Da parte nostra ci sarà nessuna pietà per chi ruba e la massima fermezza per tutelare non solo chi onestamente presta soccorso e svolge il proprio lavoro ma soprattutto i cittadini romani che devono avere il massimo rispetto da parte nostra e la massima fiducia in Croce Rossa Italiana. Anche per questo ci costituiremo come parte civile nel procedimento che auspico avvenga in tempi rapidissimi e senza alcuno sconto di pena. Ai parenti della signora, intanto, vanno le nostre scuse”.

Rispondi o Commenta