La processione e l’inchino davanti casa del boss sulle note del Padrino, Questore blocca la manifestazione

Doppio inchino, ieri, a Paterno (Catania) davanti la casa di un noto esponente del clan Santapaola, attualmente detenuto. A «omaggiare» il boss (anche con la musica del Padrino) sono stati due cerei mentre erano in processione per i festeggiamenti della Patrona Santa Barbara, cerei che poi sono stati fermati dal questore di Catania, Marcello Cardona.

E’ di nuovo accaduto durante una processione in Sicilia e nello specifico a Paternò, in provincia di Catania. Stiamo parlando di un inchino o meglio di un doppio inchino davanti alla casa di un boss nel corso di una processione dedicata a Santa Barbara; proprio mentre si festeggiava la patrona, due cerei portati a spalla da alcuni portantini si sono bloccati proprio davanti alla casa della famiglia di un pluripregiudicato degli Assinnata, molto vicini alla cosca Santapaola. Ad un certo punto, si è bloccata la processione ed è partita la musica del Padrino, una scena che ha davvero lasciato tutti i presenti senza parole.

La scena a dir poco surreale è avvenuta sotto gli occhi dei carabinieri e tutta la folla; i portatori hanno eseguito il classico dondolamento, simulando un inchino di riverenza davanti al figlio del detenuto in carcere per associazione a delinquere di stampo mafioso. I carabinieri,increduli hanno immediatamente avvertito il Questore di Catania, Marcello Cadorna, il quale ha subito disposto il divieto di partecipare allo svolgimento delle manifestazioni religiose dei due comitati organizzativi” da oggi a sabato prossimo, e anche a “quelle che eventualmente si terranno nel corso della cosiddetta ‘ottavà nel comune di Paternò”, il prossimo 12 dicembre.

Ritengo che tale episodio indichi una chiara manifestazione della forza intimidatrice, tipica del potere mafioso, dando luogo ad una condotta pregiudizievole per il mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica nell’ambito della festività in corso, ha emanato in via d’urgenza, il provvedimento di divieto della manifestazione fino al 12 dicembre prossimo nei confronti dei due comitati organizzativi autori del gesto”, ha dichiarato il Questore.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.