Paura sul volo Lufthansa, un passeggero tenta di aprire il portellone dell’aereo e di entrare nella cabina di pilotaggio

0

Non è di certo un periodo molto tranquillo che stiamo vivendo soprattutto in Europa, a causa dei tanti attentati terroristici che si sono succeduti nello scorso mese di novembre soprattutto in Francia. Cresce giorno dopo giorno l’ansia per nuovi attentati e la psicosi è ormai giunta a livelli molto alti.

Proprio nei giorni scorsi i passeggeri a bordo di un aereo Lufthansa partito da Francoforte e diretto a Belgrado hanno vissuto attimi di panico, a causa di un passeggero che ha tentato ripetutamente di aprire una delle porte del velivolo mentre si trovava in volo.

E’ stato un gruppo di passeggeri a bloccare l’uomo, un americano di origine giordana che ha tentato anche di entrare nella cabina di pilotaggio durante le operazioni di volo. A bordo dell’aereo presente anche la squadra di pallamano del Vojvodina, e sono stati proprio alcuni giocatori ad intervenire immediatamente, appena appreso cosa stesse accadendo. I giocatori avrebbero bloccato l’uomo e tenuto sotto controllo finché l’aereo non è atterrato a Belgrado alle ore 12.25, in perfetto orario e per fortuna senza alcun problema. Panico a bordo anche perchè l’uomo ad un certo punto ha cominciato ad urlare ” Voglio portarvi tutti da Allah”.

“La situazione è rimasta sotto controllo e lo spavento è durato appena il tempo di bloccare la persona, che dal momento del decollo è apparsa subito molto nervosa, cambiando posto di continuo. Per un po’ si è seduto anche accanto a me. Finché, un’ora dopo il decollo, quando stavamo sorvolando l’Austria, è andato di corsa verso la cabina di pilotaggio cercando di entrare urlando che non si sentiva bene e che doveva aprire quella porta. L’assistant coach Mirkovic ha provato a calmarlo, poi Alexey Rastvortsev l’ha letteralmente placcato. La maggior parte dei passeggeri nemmeno si è reso conto di quanto stava accadendo. Solo la squadra ha avuto la percezione esatta del tutto”, fa sapere la società Lufthansa.

Rispondi o Commenta