Pensione e canone Rai 2016 nella legge di Stabilità: un prestito e pagamento in due rate

Il canone Rai del 2016 in bolletta energia elettrica non in una ma in due rate. E’ questa la nuova modalità di pagamento che potrebbe essere inserita nella Legge di Stabilità in accordo con uno degli emendamenti che sono stati presentati dal Pd. Tra le possibili novità, inoltre, ci sono emendamenti per alzare, a favore dei pensionati, la no tax area così come per chi è senza lavoro al fine di arrivare alla pensione potrebbe essere introdotta nella ‘Finanziaria’ la formula del prestito da andare poi a scontare in piccole rate sull’assegno pensionistico.

Nel dettaglio, per quel che riguarda il canone Rai questo nel 2016, ammesso che passi il relativo emendamento, sarà pagato in due rate e non più in un’unica soluzione come supposto finora, mentre per gli anni successivi il canone annuale legato al possesso del televisore sarà spalmato nei dodici mesi su tutte le bollette della luce.

Sull’Imu e Tasi rimane confermatissima l’abolizione sebbene, sempre da parte del Partito Democratico, siano stati presentati degli emendamenti per apportare alcuni ritocchi, dallo sconto sull’Imu per i proprietari che affittano con la formula del canone concordato alla risoluzione del problema legato alla concessione di immobili in comodato d’uso ai figli ed ai familiari.

Date per certe, previa approvazione degli emendamenti in Commissione, pure alcune misure aggiuntive e rafforzative per il Sud a partire dalla proroga della decontribuzione sui nuovi assunti, che dovrebbe essere portata ad un livello superiore alla percentuale del 40% che è prevista a livello nazionale, al credito d’imposta sugli investimenti nel Mezzogiorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.