Pensioni, lunedi sul tavolo il decreto in Cdm

Il Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, in merito al decreto sulle pensioni ha dichiarato:

“il Governo agirà rapidamente, ma utilizzerà il tempo indispensabile a sviluppare un’analisi completa e puntuale dei contenuti della sentenza, delle diverse ipotesi di intervento che la stessa ammette. Il Governo affronterà la situazione con spirito di equità, all’interno del sistema previdenziale, senza scaricare ulteriori pesi sulle future generazioni”.

Anche Enrico Morando, attuale Viceministro dell’Economia è intervenuto sulla questione dicendo: “dobbiamo fare presto ma bene, nel contesto delle regole costituzionali che prevedono l’equilibrio di bilancio”.

Non poteva mancare, l’opinione di Tito Boeri attuale presidente dell’Inps, il quale afferma di gestire una situazione un po’ complicata:

“Mi auguro che le risposte che verranno date dal governo siano improntate alla ricerca di equità, non solo intragenerazionale, stando attenti al fatto a chiedere un contributo più alto a chi ha dei redditi più elevati, ma anche intergenerazione, perché non si possono chiedere prelievi ulteriori a chi è destinato ad avere prestazioni future più basse”. Boeri continua “oneri sopportabili” per l’Inps, dopo la sentenza della Consulta, dal momento che si tratta di “un problema più di conti pubblici. Per quanto ci compete noi siamo pronti ad affrontare e a gestire la situazione. Chiaramente avremo bisogno di un attimo di tempo per l’erogazione, per attrezzarci a seconda dei criteri che verranno poi seguiti; non è quello che ci preoccupa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.