Pensioni, tetto del contante rimane fissato a mille euro per i pensionati

0

Nuove ed importanti notizie giungono sul fronte pensione e sono riportate proprio dal Presidente Inps, Tito Boeri.Nella giornata di martedì la Camera ha approvato alcuni emendamenti presentati dal Governo proprio nei giorni scorsi, e una delle prime novità sembra essere l’ok alla cancellazione della penalizzazione per i precoci usciti prima del 2015. Nel corso dell’audizione alla Camera era presente anche Tito Boeri, il Presidente dell’Inps il quale ha incentrato il suo discorso sull’innalzamento del tetto all’uso del contante che con la Legge di Stabilità è passato da 1000 a 3000 euro.

A tal punto, nel corso di un’audizione alla commissione enti previdenziali a Palazzo San Macuto, Tito Boeri rivolgendosi direttamente al Premier Renzi ha chiesto che venga mantenuto per l’Inps il limite al contante di 1000 euro per il pagamento degli assegni previdenziali. “C’è il rischio che i pensionati vengano truffati con il prelievo del contante”,ha dichiarato il Presidente dell’Inps rivolgendosi al Premier Renzi.

Inoltre c’è un vantaggio operativo per l’Istituto: parte del 20% di risparmi nei costi operativi registrati dall’Inps, negli ultimi tre anni, sono proprio legati al pagamento degli assegni con bonifici bancari e per questo è arrivato “un appello a mantenere quest’obbligo per l’ente”, ha aggiunto Boeri.

“Vogliamo fare piena luce sulle posizioni dei dipendenti pubblici e invieremo comunicazioni del debito alle amministrazioni pubbliche con la richiesta di regolarizzarle entro 30 giorni. In caso di mancata risposta invieremo un avviso bonario, ma senza risposte adeguate l’Inps non esiterà a mettere in mora le stesse amministrazioni“, ha dichiarato Boeri.

Rispondi o Commenta