Per pagare i debiti di gioco,uomo uccide la mamma di 81 anni dopo averle prosciugato il conto

0

Arrestato dai carabinieri di Ravenna un uomo di 57 anni, Secondo Merendi, figlio di un’anziana signora di 81 anni che purtroppo lo scorso 14 aprile è morta strangolata proprio all’interno della sua abitazione sita a Cotignola. L’uomo, disoccupato è accusato di aver completamente prosciugato i conti della madre, la quale percepiva due pensioni di reversibilità.

Sembra che l’uomo fosse vittima del debito di gioco, motivo per il quale ha praticamente prosciugato i conti corrente della madre, la quale soltanto negli ultimi mesi aveva cominciato ad insospettirsi. L’anziana donna è stata praticamente ritrovata morta, come già anticipato all’interno della sua abitazione, con una cintura da accappatoio proprio stretta intorno al collo; gli inquirenti sin da subito hanno cominciato a seguire la pista dell’omicidio, tanto da essere stato aperto un fascicolo contro ignoti.Tante persone sono state sentite dai carabinieri della zona,come parenti, amici e vicini di casa per cercare di raccogliere più elementi possibili.

“Il nostro dubbio è che la signora quella mattina non volesse andare dal dottore come emerso in un primo momento, ma in banca a controllare quanto stesse accadendo”, questo quando spiegato dal Pm Alessandro Mancini che sta praticamente coordinando le indagini insieme a Stefano Stargiottti. Stando alle prove dichiarate, sembra che l’unico che abbia potuto uccidere la madre sarebbe il figlio ed a tal riguardo, lo stesso Mancini ha dichiarato:”L’anziana è stata presa di sorpresa, siamo in attesa di alcuni accertamenti del Ris per cui nutriamo un cauto ottimismo“, ha aggiunto Mancini. Nei prossimik giorni, intanto l’uomo è atteso dall’interrogatorio di garanzia.

Rispondi o Commenta