Pil 2015 Italia è aumentato nel secondo trimestre, 0,4% la variazione acquisita

Semaforo verde per la crescita economica italiana nel secondo trimestre del 2015. In base alle stime preliminari fornite dall’Istituto Nazionale di Statistica (Istat), e rilasciate alla vigilia di Ferragosto, il Pil italiano ha fatto registrare un aumento pari allo 0,2% rispetto al primo trimestre del 2015, ed un più robusto +0,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ovverosia al trimestre aprile-giugno 2014.

Il dato fornito dall’Istat, che alimenta l’ottimismo sulla lenta uscita dell’Italia da una lunga crisi e dalla recessione economica, risulta essere rettificato, ovverosia corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato.

In termini di valore aggiunto, precisa altresì l’Istat con una nota, il Pil 2015 in Italia, nel secondo trimestre, è positivo stando ai dati preliminari grazie all’apporto positivo del comparto dei servizi rispetto ad una variazione nulla per l’industria e negativa invece per il comparto dell’agricoltura. La variazione acquisita del prodotto interno lordo italiano per il 2015, fa presente l’Istituto di Statistica, è pari a 0,4%.

La variazione positiva del Pil italiano va comunque confrontata con quella degli altri Paesi del mondo a partire da economie mature come quella inglese ed americana. Negli Usa come nel Regno Unito, nel secondo trimestre del 2015, la crescita del Pil rispetto al trimestre precedente è stata decisamente più robusta rispetto all’Italia con un +0,6% negli Stati Uniti ed un +0,7% in Inghilterra. Rispetto allo stesso trimestre del 2014, inoltre, Pil Usa a +2,3% anno su anno e +2,6% nel Regno Unito. Il prossimo appuntamento con i prossimi dati Istat sul prodotto interno lordo italiano è fissato con il Rapporto che sarà pubblicato in data venerdì 13 novembre del 2015.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.