Pisa, discriminata una ragazzina senegalese “Una negra non può prendere 10”

0

Ancora una storia di discriminazione razziale avvenuta a scuola e nello specifico presso una scuola di Pisa, dove una ragazzina senegalese è stata presa di mira soltanto per il colore della sua pelle. “Non si è mai vista una negra che prende 10”.

“Non esiste che una negra possa diventare avvocato”, sarebbero state queste le fras i dichirate e riporate su alcune lettere anonime che proprio nei giorni scorsi vennero consegnate ai carabinieri direttamente dal padre della ragazzina, vittima di tali discriminazioni. Il padre racconta di aver notato qualcosa di strano già da parecchio tempo, ovvero quando la figlia tornava spesso a scuola con i libri ed i quaderni strappati; ma i sospetti sono diventati realtà e certezza quando la figlia ha portato a casa messaggi di disprezzo contenuti in quelle lettere.

«I miei voti sono abbastanza alti. A diritto ho il massimo perché è una materia che mi piace e mi trovo bene con la professoressa», si è giustificata con queste parole la ragazzina.Intervenuto in questa triste vicenda il preside dell’Istituto, il quale ha dichiarato:“Purtroppo non siamo ancora riusciti a individuare gli autori di questo gravissimo episodio che è molto di più di una semplice ragazzata. Siamo convinti che ad agire siano state almeno due persone e se dovessimo scoprirle le puniremo duramente, finanche alla bocciatura.Abbiamo indagato subito non appena si sono verificati i primi biglietti offensivi e razzisti, all’inizio di aprile. I docenti ne hanno parlato in classe ma non siamo riusciti comunque a individuare i responsabili. Siamo solo riusciti a capire che probabilmente non è stata una sola persona a prendere di mira la compagna di classe”. 

Rispondi o Commenta