Pistorius dovrà rimanere in carcere,il governo sudafricano blocca la scarcerazione

Sarebbe dovuto uscire dalla prigione domani, ed esattamente il 21 agosto, invece nella giornata di ieri il governo sudafricano ha congelato la concessione degli arresti domiciliari ad Oscar Pistorius. La decisione è stata motivata dal Ministro della Giustizia Sudafricano Michael Masutha, attraverso una nota citata dalla testata sudafricana eNCA, spiegando che la decisione era stata presa prematuramente e senza nessuna base legale.Nella giornata di martedì Michael Masutha, ministro della Giustizia sudafricano aveva fatto sapere che stava ottenendo una consulenza legale sul diritto di trasferirlo ai domiciliari, invece ieri è arrivata una nota, con la quale si diffondeva che la decisione sul rilascio è stata presa prematuramente e senza alcuna base legale.

Ricordiamo che Pistorius, l’atleta paralimpico era stato condannato a cinque anni per aver ucciso la fidanzata Reeva Steenkamp, il giorno di San Valentino del 2013; l’atleta Pistorius era stato condannato per omicidio colposo, e tale condanna si basava sulla negligenza dell’accusato. Stando al Tribunale di Pretoria, l’atleta paralimpico avrebbe dovuto scontare in carcere almeno 10 mesi cioè un sesto della pena, ma la settimana scorsa sarebbe arrivata la notizia di scarcerazione per buona condotta.

Nei giorni scorsi, era stata diffusa la notizia in base alla quale  il corridore, avrebbe dovuto essere affidato ai servizi sociali e vivere agli arresti domiciliari in casa dello zio,nel sobborgo di Waterkloof a Pretoria. Una volta diffusa la notizia, i parenti di Pistorius si sono detti scioccati e delusi per il fatto che Oscar non potrà essere a casa per questo venerdì. Dall’altra parte della medaglia invece, le famiglie della modella uccisa hanno commemorato la figlia su una spiaggia di Port Elizabeth.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.