Pitbull azzanna bambina di 3 anni, ricoverata in prognosi riservata

Il cane è il miglior amico dell’uomo, almeno è questo quanto affermato da sempre, ma purtroppo quando accadono storie come quelle che stiamo per raccontarvi sembrerebbe essere tutto il contrario. Ancora una tragedia, questa volta avvenuta a Lecce e che ancora una volta vede protagonisti un cane purtroppo molto violento ed una bambina, molto piccola ed indifesa. E’bastato soltanto un attimo, una distrazione e la bambina è finita sotto le grinfie dell’animale, un PitBull, non il cane più forte in assoluto ma uno dei più temibili.

La bambina, invece, come anticipato molto piccola, 3 anni di Lecce; sono stati attimi di terrore sia per la piccola che per la sua famiglia, residente in una villetta in periferia. La tragedia è avvenuta ieri sera intorno alle ore 21 nei pressi dell’abitazione della nonna, sita in via San Nicola, a pochi passi dal carcere di Lecce.

Da quanto emerso, la piccola era andata a trovare la nonna ed il cane di proprietà dello zio, si trovava all’interno della villetta dunque; lo zio, proprietario del cane da quanto emerso non era in casa al momento dell’aggressione. Come già detto, il tutto è successo in pochi attimi, la nonna si è girata ed ha visto la piccola sotto le zampe dell’animale che già l’aveva azzannata.

Chiamati i rinforzi e i paramedici, la piccola è stata trasportata in ospedale,entrando in ospedale con codice rosso.Purtroppo le sue condizioni sono sembrate da subito gravi e per questo motivo la prognosi al momento è riservata. Intanto presso la casa della nonna sono giunte le forze dell’ordine che stanno cercando di ricostruire l’accaduto. Il cane, è stato affidato al canile municipale in attesa che l’indagine venga conclusa.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.