Popcorn Time verso la chiusura definitiva

Per Popcorn Time, client BitTorrent open source per lo streaming video, le cose si sono messe male a partire dallo scorso 9 ottobre. Popcorn Time chiuso, e per sempre, dalle Major di Hollywood, che hanno ufficialmente vinto la battaglia appoggiandosi alla Motion Picture Association of America. E la stessa fine di Popcorn Time ha fatto pure YTS, che il suo sito Torrent partner.

A svelare alcuni retroscena della vicenda, che segna un importante punto a favore delle Major di Hollywood, è il sito Tomshw.it nel far presente come per Popcorn Time, client BitTorrent open source per lo streaming video, le cose si siano messe male a partire dallo scorso 9 ottobre.

E’ questa, infatti, la data in corrispondenza della quale le Major di Hollywood hanno denunciato Popcorn Time alla Corte Federale del Canada, dalla Disney alla Paramount Pictures e passando per la Warner Bros., Columbia Pictures, Universal City Studios, Sony Pictures, Universal Network Television e Twentieth Century Fox.

La denuncia è scattata a carico non solo dei referenti di PopcornTime.io, ma anche della società di VPN.ht per il virtual private networking, con il giudice della Corte Federale del Canada che, nell’accogliere tutte le richieste delle Major di Hollywood, tra cui quelle riguardanti le violazioni delle norme sul copyright, ha disposto che i consulenti tecnici procedessero con il blocco di Popcorn Time.

Chiusa pure la piattaforma del sito partner come sopra accennato, il Torrent YTS, che il 12 ottobre scorso, sempre da parte delle stesse Major di Hollywood sopra citate, ha dovuto far fronte ad una richiesta di risarcimento milionaria a carico degli operatori del sito Internet che poi hanno trovato un’intesa per raggiungere un accordo extra-giudiziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.