Prevenzione e scoperta diabete, un nuovo studio permette di saperlo 5 anni prima

0

Sul diabete la ricerca scientifica negli ultimi anni ha fatto passi da gigante per quel che riguarda la prevenzione, la scoperta e la cura, ma ora uno studio tutto italiano, che è stato pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, apre nuovi ed interessanti scenari anche per chi ancora non si è ammalato.

La novità rivoluzionaria dello studio, che è stato pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, sta infatti nella possibilità di poter prevedere/prevenire il diabete con ben 5 anni di anticipo, ovverosia prevedere se la malattia andrà a manifestarsi entro un arco di tempo pari a cinque anni da quando viene effettuato il test.  

Il nuovo test sulla prevenzione del diabete, così come è stato illustrato nello studio che è stato condotto dal presidente eletto della Società Italiana di Diabetologia Giorgio Sesti, si basa sulla cosiddetta curva glicemica e fa leva su nuovi parametri di lettura.

Allo studio tutto italiano sul nuovo test di prevenzione del diabete, pubblicato sulla prestigosia rivista americana che altro non è che l’organo ufficiale della Società di endocrinologia, hanno partecipato pure i ricercatori dell’Università di Roma Tor Vergata e quelli dell’Università Magna Graecia di Catanzaro.

Il nuovo test, già utilizzato per le donne in gravidanza, può rappresentare così una svolta epocale nella lotta e nella prevenzione del diabete visto che sarà possibile identificare una nuova categoria di persone, quella con il pre-diabete andando ad agire e ad intervenire in tempo prima che la malattia possa manifestarsi diventando come spesso purtroppo avviene una malattia cronica.

Rispondi o Commenta