Primarie Pd, escluso Bassolino “Non si può candidare chi è già stato sindaco”

Dopo l’annuncio di Bassolino, il quale ha dichiarato di voler candidarsi a sindaco della città di Napoli,il Pd insorge. “La proposta della segreteria, che sarà discussa nelle prossime settimane, prevede che chi è già stato sindaco non potrà candidarsi alle primarie”, dichiara il vicesegretario del Pd Debora Serracchiani, il quale ha annunciato nuove regole, dettate proprio dal Pd. “Lui ha già dato. Certo Bassolino può decidere liberamente di fare qualunque scelta, ma non potrà correre alle primarie del Pd e mi piacerebbe poter mettere in campo una nuova classe dirigente”, ha aggiunto Debora Serracchiani, che ha così bocciato la candidatura.

Nel corso di un’intervista effettuata proprio al vicesegretario del Pd, la stessa ha dichiarato che in realtà questa novità non vale solo per Bassolino ma anche per Matteo Renzi a Firenze e Delrio a Reggio Emilia. Bassolino, apprese le ultime novità, ha immediatamente replicato dichiarando” Renzi non mi vuole come candidato? Bisognerebbe chiederlo a Renzi. Ho letto letto la Serracchiani, ho letto che non sono in cima ai suoi pensieri, va bene, nelle settimane prossime vedremo anche quello che pensa Renzi, lui con il suo nome e cognome. Io leggo rispettosamente la parole della Serracchiani mi auguro che non si vada avanti sulla strada di regole sbagliate e penso che bisogna essere molto attenti a non muoversi in modo irrispettoso verso la città, perché Napoli viene prima di tutto, e verso il Pd locale”. 

“Sono d’accordo con Renzi, le regole non si cambiano”, ha detto Bassolino.Se si voleva cambiare le regole bisognava farlo prima, non ora che il treno è già partito“, ha aggiunto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.