Processo choc Sara Tommasi, chiesta perizia sui genitali degli attori e cameramen

0

Nuove indiscrezioni giungono riguardo il processo sulle presunte violenze subite da Sara Tommasi durante le riprese del film “Confessioni private”. Per fare chiarezza su quanto accaduto e sulle presunte violenze sessuali subite da Sara Tommasi sul set dei film, la pm Elena Guarino della Procura salernitana ha chiesto una perizia sugli attori.Nello specifico la perizia è stata chiesta sul membro dell’attore che recitò insieme a Sara Tommasi in quel film. Il processo era stato avviato dalla Procura di Salerno per cercare di far luce sulla vicenda; il film in gestione era stato girato in un agriturismo di Buccino in provincia di Salerno nel 2013.

A distanza di due anni, il pubblico Ministero nella giornata di ieri ha disposto dunque una perizia tecnica per certi versi insolita, ovvero una perizia sui fotogrammi del filmato per studiare l’organo maschile degli attori coinvolti nel film.

La perizia è stata affidata ad un ingegnere elettronico, il quale dovrà studiare attentamente i fotogrammi del video; la decisione della perizia insolita è stata presa dal magistrato soltanto dopo alcune dichiarazioni rilasciate dall’attore protagonista del film il quale avrebbe dichiarato di essere stato coinvolto in uno scandalo che inevitabilmente ha arrecato un danno alla sua immagine.

In realtà l’attore accusa il cameramen per aver effettuato la sostituzione, avvenuta perchè in quei momenti Sara Tommasi si trovava in uno stato confusionario tale da non permettere all’attore di svolgere in modo corretto il suo lavoro. Le dichiarazioni dell’attore, però da una parte non fanno altro che confermare lo stato di alterazione psicologica della Tommasi. Si attendono dunque i risultati della perizia per cercare di capire davvero cosa è avvenuto in quell’agriturismo di Buccino.

Dice Rosa Coppola sul Corriere del Mezzogiorno:

La perizia è stata affidata a un ingegnere elettronico, dal momento che avverrà tramite l’analisi dei fotogrammi del video. Il magistrato ha deciso di far eseguire tale perizia dopo le dichiarazioni dell’attore protagonista del film con Tommasi il quale sostiene di aver ricevuto un danno all’immagine da quella sostituzione improvvisa affidata al cameraman. Una sostituzione avvenuta, secondo i verbali, perché l’attrice era tale in stato confusionario da non consentire all’attore un lavoro ben fatto.

“Dichiarazioni che avallerebbero la tesi dello stato di disagio in cui versava Tommasi che ha sempre sostenuto di essere stata violentata in scena.La perizia per adesso verrà eseguita sui fotogrammi del film”.

Rispondi o Commenta