Professore si traveste da donna e si presenta in classe”Da oggi potete chiamarmi Cloe”

0

Incredibile quanto avvenuto in una scuola agraria, l’I.I.S. Scarpa-Mattei di San Donà di Piave, in provincia di Venezia. Un professore, stando a quanto raccontato dagli alunni sarebbe entrato in classe con addosso una parrucca molto folta bionda, indossando un paio di stivali con i tacchi, una minigonna, e rivolgendosi agli alunni ha dichiarato “chiamatemi Cloe“.Il protagonista di questa incredibile vicenda è Luca Bianco, un professore di fisica dell’Istituto di Istruzione Superiore “Scarpa-Mattei” di San Donà di Piave (Venezia), il quale al primo giorno di ruolo è arrivato in classe vestito da donna, lasciando gli alunni davvero senza parole.

La notizia è stata diffusa dall”Assessore regionale all’Istruzione Elena Donazzan, la quale sul noto social network facebook ha riportato una lettera inviata dal padre di uno degli alunni della prima agraria.

La Donazzan dice:«La nostra società ha perso il senso dell’orientamento, ma la scuola è anche un luogo di correzione e di educazione e dalla scuola non si può assistere impotenti alla degenerazione…». «Credo che questo docente abbia perso la diginità soprattutto nei confronti di se stesso. No ha alcun diritto di choccare con il suo abbigliamento e ha posto nella derisione il ruolo dell’insegnante, non avrà più diginità».

Nella lettera il padre racconta che il professore avrebbe spiegato ai suoi alunni di aver finalmente coronato un suo sogno avuto dall’età di 5 anni, motivando cosi il fatto di essersi presentato travestito da donna in classe.“Nessuno era al corrente del fatto, i genitori non erano stati avvertiti, i docenti non ne sapevano nulla”, scrive il padre nella lettera.

“Ma davvero la scuola si è ridotta così? E a distanza di un giorno nessuno della dirigenza scolastica è intervenuto con i genitori, nulla. Forse questo è un fatto ‘normale’ per tanti ma non per noi che viviamo quei valori che ci sono stati donati e che all’educazione dei nostri figli ci teniamo lottando quotidianamente bersagliati ogni giorno da chi quei valori vuole distruggere, teorie gender e quant’altro. Ecco, ho voluto metterla al corrente di quanto accaduto sperando che con il suo ruolo di assessore alle politiche dell’istruzione possa fare qualcosa perché in futuro queste cose non accadano più”, prosegue il padre nella lettera.

Il prof di fisica della prima agraria presso l’Iis Scarpa- Mattei di San Donà di Piave venerdì nell’ultima ora di lezione è entrato in classe vestito da donna e con una parrucca bionda. E ha detto agli studenti: «Ragazzi, da oggi chiamatemi Cloe», ha detto agli studenti. Quello finalmente realizzato – ha posi spiegato il docente – era un desiderio che lo accompagnava da sempre, ora trasformato in realtà perchè è diventato finalmente di ruolo.

Rispondi o Commenta