Reggio Emilia, cicloamatori aggrediscono automobilista per un sorpasso: trovati dopo alcuni mesi grazie ad una particolare App

0

Lo scorso mese di settembre 2015 una donna, alla guida di una Toyota Rav 4 aveva deciso di denunciare due cicloamatori che, in seguito ad un sorpasso azzardato effettuato dalla stessa, si erano rivolti contro quest’ultima con minacce e altro ancora. Ma vediamo nello specifico quanto accaduto.

La donna, alla guida della sua automobile ovvero, come sopra anticipato una Toyota Rav 4 avrebbe effettuato un sorpasso ritenuto piuttosto pericoloso da due cicloamatori che, avendo temuto per la propria incolumità fisica, si sarebbero rivolti all’automobilista con minacce, offese e non solo. Infatti, approfittando di un momento di particolare traffico e dunque con conseguente rallentamento della circolazione, si sarebbero avvicinati all’automobile sferrando contro quest’ultima calci e pugni.

La donna, in seguito a quanto accaduto, ha subito chiamato i carabinieri di Baiso, comune italiano della provincia di Reggio Emilia in Emilia-Romagna, che però arrivati sul posto non sono riusciti a rintracciare i due cicloamatori che, nel frattempo, erano riusciti a far perdere le loro tracce. Per fortuna però i carabinieri della stazione locale sono riusciti, dopo alcuni mesi di accurate indagini, a risalire proprio ai due ciclisti in questione e grazie ad un’App del loro telefonino sono stati individuati.

Si tratterebbe nello specifico di un 38enne di Castellarano e un uomo di 50 anni di Modena adesso denunciati dalla Procura di Reggio Emilia con l’accusa di concorso in ingiurie, minacce e danneggiamento dell’auto. Per essere più precisi individuare i due cicloamatori è stato possibile grazie ad una particolare applicazione che permette di pubblicare on line quelli che sono i risultati sportivi.

Rispondi o Commenta