Regione Lazio, Sanità: al via 1.200 assunzioni in tre anni, ‘Grande svolta’ per Zingaretti

Per l’occupazione nella Sanità nel Lazio è arrivata la svolta in quanto, dopo ben dieci anni di blocco del turn-over, la Regione potrà tornare ad assumere nel settore a tempo indeterminato. E’ sostanzialmente al via, infatti, un importante piano di assunzioni per 1.200 unità lavorative tra medici, infermieri e tecnici che potranno finalmente entrare in servizio e con molti di questi che, peraltro, potranno finalmente dire addio al precariato.

Nicola Zingaretti, governatore del Lazio nonché commissario alla sanità, ha già firmato per quel che riguarda lo sblocco del turn-over l’apposito decreto in presenza di Giovanni Bissoni, il subcommissario, di Alessio D’Amato, che è il capo della cabina di regia sanitaria, d’intesa con le associazioni di categoria e con le organizzazioni sindacali.

Metà dei regolarizzati con lo sblocco del turn-over, ovverosia 600 lavoratori, saranno precari per quello che è ‘un dato molto importante perché il blocco ha creato molte consulenze‘ in accordo con quanto dichiarato dal Governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti nel ricordare anche che ‘in molti anni le conferme dei contratti si davano a novembre per l’anno successivo’.

Ora invece con lo sblocco del turn-over già dal prossimo anno sarà possibile effettuare assunzioni in deroga del 30% per poi salire al 40% nel 2017 ed al 50% nel 2018 per un totale di altre 425 persone a tempo indeterminato da assumere tramite concorso pubblico oppure provenienti dalla mobilità. ‘Tutto questo vuol dire’, ha infine precisato il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, ‘che riprenderanno, finalmente, politiche di personale legate alle esigenze della rete ospedaliera e della sanità’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.