Napoli, Alessandro Tommolillo: “Basta andare al bar con Tompac per ricaricare il cellulare”

1

Si entra al bar, magari per il classico cappuccino e cornetto della mattina, e nello stesso tempo si può ricaricare il cellulare utilizzando ‘Tompac’, un dispositivo wireless. Tompac prende il nome dall’omonima società, la Tompac srl, che è frutto di un progetto e di un’idea da parte di alcuni giovani napoletani. Fanno parte della società giovani di età sotto i 30 anni la cui idea sta riscuotendo un ottimo successo al punto che è stata lanciata una campagna di crowdfounding.

Il dispositivo permette di ricaricare contemporaneamente fino a quattro cellulari e, senza utilizzare fili o collegamenti, può essere disposto sui tavoli dei locali ed in qualsiasi luogo all’aperto. Il dispositivo, inoltre, ha la funzione rappresentata da un tasto che, se premuto, permette di chiamare il cameriere oppure il gestore dell’esercizio commerciale.

Tompac si presenta quindi in tutto e per tutto come un caricatore universale wireless per telefoni cellulari rigrosamente made in Italy visto che attualmente fanno parte della società sette giovani napoletani. Il progetto è nato proprio in un bar quando i ragazzi si sono trovati nel locale tutti con il cellulare con la batteria scarica. Meglio allora caricarlo direttamente nel locale piuttosto che utilizzare i classici caricabatterie che si possono rompere facilmente.

«L’idea è nata in modo del tutto casuale – racconta Alessandro Tommolillo – durante una chiacchierata tra amici al bar. Avevamo i cellulari scarichi e da un’esigenza del momento è partito un progetto. Siamo tutti giovani, io ho 28 anni. Abbiamo creduto nella nostra intuizione, l’abbiamo portata avanti coinvolgendo anche professionisti, esperti del settore. Oggi siamo una società composta da 7 membri e ci auguriamo che il nostro prodotto possa presto affermarsi sul mercato»

La Rete, tra l’altro, sembra credere nel progetto dei giovani napoletani visto che attraverso la campagna di crowdfounding sono stati già raccolti oltre mille euro, 800 dei quali nei soli primi tre giorni dal ‘caricamento’ di Tompac sul sito ‘Indiegogo‘ che è noto per essere una piattaforma internazionale di fundraising.

1 COMMENT

  1. Ho presentato la stessa idea al talent garden di Bergamo il 22/05/2015, la differenza è che non ho avuto modo di conoscere nessuno per sviluppare l’idea

Rispondi o Commenta