Rinnovo offerte ricaricabili: aumento 7% l’Agcom interviene

Al giorno d’oggi, la maggior parte di noi  ha attivato sulla propria ricaricabile almeno un pacchetto a rinnovo mensile. Almeno era così fino a poco tempo fa’, infatti l’Agcom ha segnalato all’Antitrust, il fatto che molti operatori  hanno introduzione negli ultimi mesi modalità di rinnovo automatico delle offerte ricaricabili ogni quattro settimane, cioè ogni 28 giorni e  e non più mensilmente come in precedenza. In una sua nota l’ Agcom segnala un aumento del 7% su base annua della spesa.

Leggendo questo comunicato, si legge “gli effetti restrittivi sugli utenti di ricaricabili che in pochi mesi hanno visto drasticamente ridursi la possibilità di reperire sul mercato offerte di rinnovo automatico della tariffazione alternative a quella ogni 28 giorni”. Verificando le offerte dei singoli operatori telefonici, sempre secondo l’Agcom, le nuove sottoscrizioni di Wind, Vodafone avranno il rinnovo automatico ogni 28 giorni e non più ogni mese come prima. Per Tim, invece il discorso è un poco diverso, infatti oltre che per le nuove attivazioni, ha comunicato all’autorità il desiderio di estendere queste modalità anche ai clienti che hanno già sottoscritto determinate categorie di piani tariffari.

In particolar modo, l’Agcom tratta in maniera differente Ti, dato che le modifiche riguardano anche rapporti già in essere: l’Autorità “ha ritenuto non completa l’informazione agli utenti, informazione necessaria a garantire il diritto di recedere dal contratto, eventualmente passando ad altro operatore, senza penali o costi di disattivazione. L’Autorità auspica che “gli utenti possano acquisire maggiore consapevolezza della reale portata della manovra e scegliere con consapevolezza se esercitare il diritto di recedere dal contratto, passando ad operatori alternativi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.