Riscaldamento globale, baratro per il pianeta è sempre più vicino: infranti due pericolosi record

Il Met Office britannico e l’Organizzazione meteorologica mondiale, per quel che riguarda la salute del nostro Pianeta, hanno da poco reso note due pessime notizie. Una riguarda il riscaldamento globale che nel 2015 andrà a superare la soglia psicologica di 1 grado centigrado sopra i livelli preindustriali, l’altra, in accordo con quanto è stato riportato dal sito Rinnovabili.it, riguarda i livelli di anidride carbonica che nel 2014 hanno superato il livello critico delle 400 ppm, abbreviazione che sta per ‘parti per milione’.

I dati allarmanti sui rischi che corre il nostro Pianeta arrivano peraltro nello stesso mese in cui è in programma la COP 21, ovverosia la XXI Conferenza delle Parti (COP 21) della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC).

L’appuntamento è fissato a Parigi dal 30 novembre all’11 dicembre del 2015 quando, contro il riscaldamento del pianeta, sarebbe necessario che a fine lavori venga sottoscritto un trattato internazionale che, nel contrasto ai cambiamenti climatici, sia non solo vincolante, ma anche sufficientemente ambizioso come riporta proprio Rinnovabili.it visto che, altrimenti, entro la fine di questo secolo potremmo assistere ad un aumento delle temperature medie di tre gradi. E questo significherebbe dover far fronte per quel che riguarda le calamità naturali ad eventi catastrofici sempre più frequenti.

E nelle prossime settimane i Paesi più poveri dovranno fare i conti con El Niño, un fenomeno climatico che si verifica periodicamente, in media, ogni cinque anni con effetti devastanti per le popolazioni che vivono di caccia, di pesca e di agricoltura nei territori che si affacciano sull’Oceano Pacifico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.