Ritrovati due migranti morti lungo la ferrovia francese

0

Scoperti due cadaveri di migranti lungo la ferrovia sita in territorio francese oltre Mentone. La notizia è arrivata nella giornata di ieri da fonti francesi ed italiane. I corpi nello specifico sono stati ritrovati in seguito ad una segnalazione avvenuta due mesi fa anche se la notizia è trapelata soltanto ieri a Ventimiglia.

Aumentano intanto i controlli effettuati dalla polizia francese, sia in frontiera che alla stazione di Menton-Garavan ed anche alla barriera autostradale a La Turbie; proprio in questa stazione vengono fermati tutti i treni provenienti dall’Italia e vengono eseguiti tutti i controlli necessari, sia dal punto di vista sanitario che dal punto di vista dei documenti.

Da quanto emerso sembra che proprio sui binari che passano dalla zona di confine di Ponte San Ludovico ovvero in territorio francese sia stato collocato un rilevatore acustico per impedire di attraversare il passaggio a piedi.Intanto Papa preoccupato per la situazione lancia un appello a tutti noi proprio  Francesco nella Giornata dei rifugiati, dichiarando:” Vi invito tutti a chiedere perdono per le persone e le istituzioni che chiudono la porta a questa gente che cerca vita, una famiglia, che cerca di essere custodita. Si tratta di persone che cercano rifugio lontano dalla loro terra e una casa dove poter vivere senza timore, perché siano sempre rispettati la loro dignità”.

Matteo Salvini alle dichiarazioni di Papa Francesco risponde in questo modo: “Quanti rifugiati ci sono in Vaticano?. Il problema è che i rifugiati sono un quarto di quelli che arrivano, noi non abbiamo bisogno di essere perdonati”. 

Rispondi o Commenta