Roma, commissario Tronca dice stop a centurioni e risciò: basta alle foto con i turisti

I centurioni ‘agiscono frequentemente con modalità inopportune, insistenti e talvolta aggressive’. Citando la tutela della sicurezza urbana, il commissario Francesco Paolo Tronca ha imposto a Roma con un’ordinanza lo stop al risciò ed anche alle foto che i turisti si fanno spesso con i centurioni. In merito nell’ordinanza si legge che lo stop alle foto con persone in abbigliamento storico è legato al fatto che i centurioni ‘agiscono frequentemente con modalità inopportune, insistenti e talvolta aggressive, e del decoro del patrimonio artistico, storico e monumentale della città‘.

Lo stesso dicasi per i risciò in quanto l’ordinanza del commissario Tronca dispone il divieto di svolgere ‘in alcuni ambiti territoriali del centro cittadino qualunque attività assimilabile al trasporto di persone con velocipedi a tre o più ruote, anche a pedalata assistita‘. Riguardo a questa misura, peraltro, il Campidoglio precisa che i risciò non posseggono i requisiti per poter circolare in sicurezza essendo condotti senza titolo di guida e dato che, tra l’altro, non risultano essere soggetti all’obbligo di assicurazione ai fini della responsabilità civile.

La stretta, con le ordinanze del commissario, non riguarda inoltre solo i risciò ed i centurioni, ma anche quelle attività di vendita abusive che sono peraltro ‘lesive anche dei principi di leale concorrenza commerciale‘.

Il Comune ha infatti imposto pure il divieto di ‘svolgere in maniera ambulante l’attività su suolo pubblico di intermediazione e promozione di tour turistici e vendita di biglietti per l’accesso a musei e siti di interesse storico, artistico o culturale‘. Tutti i divieti mirano al rafforzamento della sicurezza urbana anche in vista del Giubileo della Misericordia e del conseguente pellegrinaggio per i fedeli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.