Roma, giovane donna cinese sfregiata a bruciapelo con l’acido: far west continua nella Capitale

Continua il far west nella Capitale con la conseguenza che i gravi fatti di cronaca hanno oramai una cadenza giornaliera. L’ultimo fatto grave riguarda una giovane donna cinese che è stata sfregiata con l’acido, ovverosia con la soda caustica, da parte di due sconosciuti sotto la sua casa dove vive in condominio.

In particolare, l’aggressione è avvenuta nella serata di giovedì scorso nel quartiere Prenestino, e precisamente in via Bartolomeo Colleoni, con la donna che, pur non essendo in pericolo di vita, è stata prima trasportata e ricoverata in prognosi riservata al Policlinico Umberto I, e poi, dopo le prime cure, trasferita d’urgenza al centro grandi ustionati del Sant’Eugenio. Questo perché il liquido corrosivo ha causato alla donna ustioni di terzo grado al volto ed alle braccia.

Le indagini sull’accaduto sono a cura dei carabinieri della Compagnia di piazza Dante che, in base alle prime ricostruzioni, ritengono che la donna sia stata sfregiata con l’acido nel cortile del suo condominio come peraltro confermato da parecchi testimoni che, nell’assistere alla scena, hanno riferito che l’aggressione è avvenuta ad opera di due persone che, arrivate a piedi e con in testa il cappuccio della felpa, tenevano in mano un thermos di metallo che conteneva la soda caustica.

La vittima, che non è riuscita a riconoscere e identificare gli aggressori, e che è vedova, incensurata e madre di due figli, è una donna che vive nella Capitale da oltre dieci anni e che attualmente come cameriera lavora in un ristorante cinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.