Roma, sciopero Atac e Tpl venerdì 4 dicembre 2015 : continua la protesta degli autisti

0

“Otto giorni consecutivi di sciopero selvaggio, da parte di alcuni lavoratori di Roma Tpl che hanno di fatto paralizzato un servizio pubblico a danno degli utenti, sono inaccettabili, illegali e vanno perciò condannati senza esitazione”. Sono state queste le parole espresse dal Presidente dell’autorità di Garanzia per gli scioperi  Roberto Alesse. Parole espresse in riferimento alla protesta degli autisti degli ultimi giorni che hanno così protestato contro il mancato pagamento degli ultimi mesi.

Anche il prossimo venerdì, 4 dicembre 2015, il trasporto pubblico nella città di Roma potrebbe essere a rischio a causa degli scioperi Atac e Tpl e nello specifico nel primo caso, e quindi lo sciopero Atac, potrebbe creare disagi nelle ore comprese tra le 8,30 e le 12,30 con stop su metro, filobus, tram, ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Nord, mentre invece lo sciopero Tpl potrebbe avere la durata di ben 24 ore e nello specifico tali disagi potrebbero verificarsi nelle ore comprese tra le 8,30 e le 17,00 e dalle ore 20,00 fino alla fine del servizio.

Roberto Alessi, Autorità di garanzia per gli scioperi, ha inoltre affermato “La prosecuzione della protesta, nonostante il documentato sblocco degli stipendi è il segno di una inaccettabile irresponsabilità. Già a partire dalla seduta odierna, discuteremo l’adozione dei provvedimenti sanzionatori previsti dall’ordinamento”. 

Proprio ieri pomeriggio, infatti, ha avuto luogo un incontro in prefettura al termine del quale Cgil, Cisl e Uil del settore trasporti hanno nello specifico affermato “C’è l’impegno da parte dell’azienda, sottoscritto davanti al prefetto Gabrielli e al sub-commissario Taucer, a pagare gli stipendi a tutti lavoratori, non solo per ottobre e novembre, ma anche per dicembre inclusa la tredicesima. Un passo avanti importante”. Che sia questo uno spiraglio di luce che possa mettere fine a questa storia?

Rispondi o Commenta