Roma, Tassista picchiata e violentata dal cliente

«Fermati qui». La tassista accosta appena può lungo la strada un po’ isolata alla periferia sud, si volta per prendere i soldi di quel cliente che l’ha fatta girare di qua e di là prima di portarla fin lì. Lui le sferra un pugno, l’afferra per i capelli e la violenta, le prende i soldi e fugge via. È la donna a dare l’allarme al 113. Scattano le ricerche dell’aggressore, finora nessuna traccia del trentenne con accento romano, muscoloso, con i capelli rasati e poca barba. Dalla descrizione somiglia tanto a un tipo che nei giorni scorsi ha tentato di rapinare diversi tassisti.
La donna di 43 anni ieri mattina sostituisce un collega con la licenza. Su via Aurelia, nei pressi dell’hotel Ergife, un tipo alza il braccio per fermare il taxi della cooperativa 3570. Sale e chiede di essere portato verso Fiumicino. Lungo il tragitto cambia più volte idea, costringe la tassista a fare lunghi giri fino a condurla in una strada isolata, nella zona di Ponte Galeria. Via Pescina Gagliarda, è qui che l’uomo decide di scendere. La conducente si ferma a un piccolo slargo, fa appena in tempo a voltarsi e viene colpita al viso, più volte. È stordita, non riesce nemmeno a urlare e non sa se è più grande il dolore o la paura. L’uomo dal sedile posteriore della Dacia abbassa la leva per reclinare lo schienale della donna così da trovarsi addosso a lei, la prende per i capelli e la costringe a un rapporto orale. Prima di scappare a piedi per le campagne, il trentenne prende l’incasso, una novantina di euro.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.