Roma,giovane detenuto evade dall’ospedale durante una visita medica

0

Nessuna traccia del tunisino che è praticamente evaso facendo finta di sentirsi male dal carcere di Rebibbia a Roma.Il tunisino, si trovava detenuto nel carcere romano, ma nella giornata di domenica, intorno alle ore 17 dopo essere stato trasferito per accertamenti all‘Ospedale Sandro Pertini,è riuscito ad evadere; nello specifico, da quanto emerso, il detenuto tunisino di circa 20 anni sarebbe riuscito a eludere i controlli nel corso di una visita medica nella giornata di ferragosto, intorno alle ore 17, allontanandosi dall’ospedale Sandro Pertini nella capitale.

L’uomo nel tentativo di scappare, inoltre, avrebbe anche dato vita nel reparto protetto dell’ospedale ad un’aggressione, anche se non sono stati forniti altri particolari al riguardo. “Bisogna necessariamente rivedere le procedure di invio all’esterno per cure di detenuti, ampliando ulteriormente i servizi sanitari all’interno degli istituti penitenziari oppure costruire opportune strutture esterne tipo reparti detentivi, già in uso nel Lazio presso l’ospedale di Belcolle (Viterbo) o lo stesso Pertini, dove sono ricoverati detenuti con determinate patologie, essendo la sanità gestita direttamente dalle Regioni, al fine di evitare episodi del genere», ha dichiarato il segretario generale aggiunto Cisl Fns Costantino Massimo, che ha reso noto i fatti.

Il giovane era stato trasferito soltanto da due giorni dal carcere di Viterbo a quello di Roma, in quanto aveva aggredito una guardia penitenziaria ed in seguito anche ad una presunta lussazione alla spalla gli era stato concesso di essere visitato dai medici dell’ospedale Sandro Pertini. Dopo quasi due giorni di ricerche, è ancora caccia all’uomo ed il tunisino adesso è ricercato in tutta Roma. 

Rispondi o Commenta